Tecnosfera

di Paolo Carfora

I profili degli edifici si facevano più alti e apparivano come il quartiere di una grande città. Suyumi li raggiunse e si addentrò tra le vie. Quel complesso di grattacieli era stato il cuore tecnologico di Tokyo. Una megalopoli in cui Suyumi non aveva mai vissuto, una città che non riconosceva. Quello era l’epicentro da cui era partita la Meccanizzazione del pianeta Terra. Non più vetrate, non più porte di cristallo, antenne o fari segnaletici, ma bianco lattice che copriva ogni cosa, preservandola dall’usura del tempo

Descrizione

Suyumi Aomori, ricercatrice presso il dipartimento di Neurotronica della Tenbu Dynamics, è l’ideatrice di una sofisticata tecnologia, l’Arca di Memoria, destinata a cambiare in modo radicale il destino dell’intero pianeta Terra. A seguito di un violento incidente, Suyumi sarà il primo essere umano a fare da cavia della sua stessa invenzione, qualcosa però non andrà come previsto. La protagonista si ritroverà in una dimensione a lei del tutto estranea, prigioniera di un corpo che non è il suo.
Comincia così il lungo viaggio attraverso la Tecnosfera, la colossale struttura controllata da Psitaxia, una potente intelligenza artificiale che ha segregato la vita biologica all’interno dei suoi Biodromi.

 

Informazioni aggiuntive

Autore

Paolo Carfora

Sottotitolo

La copia che si perse nel tempo

Pagine

344

Pubblicazione

8 giugno 2022

ISBN

978-88-944492-8-0

Collana

Narrativa, Mellonta Tauta

Category ,
Tags ,

Recensioni

Non ci sono ancora recensioni

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.